È una questione di condizioni

Se fosse possibile scegliere le condizioni ideali che permetterebbero ad un impianto di avere sempre le massime rese, dovremmo considerare un tetto con orientamento verso sud e un’inclinazione che permetta un angolo di irraggiamento ottimale in ogni momento dell’anno.

L’ambiente di questo impianto dovrebbe essere completamente libero da ombre, l’aria sarebbe sempre pulita e non si verificherebbero mai contaminazioni dovute a sporcizia, polvere, nebbia o smog. Il sole splenderebbe sempre e le temperature sarebbero basse. Infatti, oltre alle condizioni sopraccitate, sono anche gli alti valori di irraggiamento, così come le basse temperature, a rappresentare le situazioni ottimali per raggiungere le massime rese. 

In altre parole: È possibile realizzare un impianto fotovoltaico ideale solo in casi molto rari. Ciò è dovuto al fatto che nella maggior parte dei casi la situazione reale è molto differente. 

Esempi di condizioni difficili

Nebbia
Neve
Crepuscolo

I tetti sono spesso orientati verso est o verso ovest. Alberi, canne fumarie o edifici adiacenti proiettano ombra. Nell’ aria sono presenti particelle di sporcizia. Il tempo è molto variabile, con temperature elevate, nebbia o nubi, e in inverno la neve copre parte del tetto. Ciascuno di questi fattori riduce la resa.

La soluzione:
Massime rese – anche alle condizioni più estreme.
Con i PowerModule CIS di Solar Frontier.

È proprio in presenza di tali condizioni che intervengono i vantaggi della tecnologia CIS. Grazie alle loro caratteristiche, i PowerModule di Solar Frontier PowerModule raggiungono un alto grado di efficienza e quindi alte rese anche in tali condizioni difficili.

Grazie alla loro buona resa in presenza di luce fioca, i PowerModule di Solar Frontier lavorano anche la mattina sul presto e la sera sul tardi, così come in presenza di luce diffusa, ad esempio in caso di nebbia e cielo nuvoloso. 

L’alta tolleranza all’ombra rende possibile un alto grado di efficienza anche in presenza di ombre sui PowerModule o in caso di loro parziale copertura, dovuta ad esempio alle foglie. Contrariamente a quanto accade con le altre tecnologie, non si esclude l’intero modulo, ma solo la parte coperta, cosicché si raggiungono alte rese anche in caso di ombra.

Grazie all’alta stabilità alla temperatura, dovuta al basso coefficiente di temperatura dei PowerModule di Solar Frontier, si riscontrano solo esigue perdite di energia, differentemente da quanto accade con le altre tecnologie. Quindi gli impianti Solar Frontier raggiungono alte rese anche in regioni calde o nei caldi mesi estivi.

Il quarto motivo delle alte rese dei PowerModule è il cosiddetto light soaking effect. Questo effetto è paragonabile a quanto avviene in un motore che si scalda e che fornisce la propria potenza massima una volta raggiunta la temperatura di esercizio. 

Queste 4 caratteristiche della tecnologia CIS hanno successo negli impianti su tetto, negli impianti a terra e nelle applicazioni su facciata, e permettono di raggiungere alte rese anche alle condizioni più difficili. 

Dall'alta tolleranza all’ombra deriva anche un ulteriore vantaggio: le file di moduli possono essere montate ad una distanza più ridotta l’una dall’altra nelle installazioni a terra o sui tetti piani industriali, così da poter raggiungere anche su superfici limitate una maggiore produzione.