Massime rese – anche quando fa molto caldo

Fondamentalmente, nei moduli fotovoltaici la potenza diminuisce con l’aumentare della temperatura, aspetto che comporta perdite di rendimento. Quindi, nei mesi estivi oppure nelle regioni più calde la potenza erogata dai moduli con le tecnologie convenzionali si riduce notevolmente nonostante gli alti valori di irraggiamento.

Le caratteristiche riportate sulle schede tecniche dei moduli solari si riferiscono alla resa in condizioni di test standard, rilevata ad una temperatura del moduli di 25°C. Ogni grado Celsius in più di temperatura raggiunto dal modulo in condizioni reali rappresenta quindi una perdita di resa. 

I PowerModule CIS di Solar Frontier dipendono meno dalla temperatura rispetto ai moduli al silicio cristallino, e denotano quindi una maggiore stabilità alla temperatura. Questo aspetto è espresso da un minore coefficiente di temperatura della potenza, indicato in percentuale per grado Kelvin (%/°K) nelle schede tecniche.

Il vantaggio della maggiore stabilità alla temperatura appare più evidente soprattutto se si pensa ad un impianto in piena estate oppure in regioni piuttosto calde. In presenza di una temperatura esterna di 30° Celsius, i moduli solari rimasti esposti per ore al calore possono raggiungere temperature fino a 70°. In queste condizioni la maggiore stabilità alla temperatura dei PowerModule CIS di Solar Frontier rappresenta uno dei vantaggi più notevoli, che si manifesta attraverso una produzione di oltre il 10% maggiore rispetto ai moduli cristallini.